Stampa

Ritorno al futuro

Scritto da Fabrizio on . Postato in AS Roma

Valutazione attuale:  / 0

Riavvolgo il nastro. Compio uno sforzo mnemonico notevole. Ma è tempo di rituffarsi nelle vicende di casa nostra. Che fischi e sanzioni proseguano pure nel loro percorso orbo, qui nessuno si avvolge al salice piangente. Non è ora di fermarsi. Tutt’altro. Ci sono discorsi interrotti da riprendere. C’è da rispondere ai sarcasmi subiti in passato. Da godere del presente. Da sognare per il futuro. Ma sul serio.
Senza ulteriori giri di parole: lo stadio nuovo si farà. Mettetevi l’anima in pace. Speaker radiofonici diffamatori e sull’orlo della caduta a picco, cronisti da pseudo-assalto snobettini e acidi, editorialisti falliti e riciclati su twitter, ex comici ora dediti al qualunquismo, politicanti in cerca del quarto d’ora di notorietà, ecocatastrofisti, architetti rosiconi con la testa tra le Nuvole. E così via. L’elenco sarebbe talmente lungo… Ecco. Tutti coloro che avevano contestato l’idea, se ne facciano una ragione. Entro un mese sarà presentato. Punto. Che non vuol dire l’edizione

Stampa

Specchio

Scritto da Fabrizio on . Postato in AS Roma

Valutazione attuale:  / 4

Stavolta no. Non ce la faccio proprio. Ho fatto finta di niente per mesi. Non perché non vedessi, tutt’altro. Vedevo e vedo tutto benissimo. Purtroppo. Ma perché ero convinto – lo sono ancora in parte – che non si debba e non ci si debba concedere alibi di sorta. Che appellarsi a fattori esterni non fa bene. Che sacrosante recriminazioni possano passare per piagnistei. Però c’è un limite, che era già stato abbondantemente travalicato e che adesso, concedetemelo, ha veramente strarotto il cazzo.
Ne parlo dopo una partita tutto sommato positiva, ennesima vittoria, sedicesima gara su 24 senza subire gol, prestazione non esaltante ma proprio per questo da mettere in cassaforte. E qui finisce il riferimento alla trasferta di Bologna. Tutto il resto sarebbe noia, per quanto è ripetitivo da un secolo e più. Se non fosse che il veleno ha rotto gli argini. Certo, non è una sorpresa che i gobbi rubano. Lo fanno da sempre e ormai lo confiniamo tutti nell’insieme dei dati acclarati. Come quei

Stampa

Da questa parte del Mondo

Scritto da Nikita on . Postato in AS Roma

Valutazione attuale:  / 8

C'è un lato del mondo che quando ci arrivi ti rendi conto che tutto ha delle prospettive diverse.
Se sei sempre stato dalla parte del potere, dalla parte dei forti di turno, magari non te ne accorgevi nemmeno.
Chissà, adesso, caro Maicon, se hai capito lo sfogo di De Rossi di quel lontano maggio del 2008...
Chissà se alla luce di quanto sta accadendo di nuovo anche quest'anno capisci che voleva dire, capisci quanto certi "aiutini" pesano per chi li subisce continuamente, per chi ogni volta che è competitivo si vede scippare un sogno per arbitri compiacenti al sistema di turno che premia chi in quel momento conta.
Chissà se adesso, caro Maicon, hai capito quanto pesa il rigore non dato all'Empoli sullo 0-0, quanto pesa quello inesistente dato all'inter contro la Lazio, il fallo di Cruz con cui segna contro l'Atalanta, il rigore sullo 0-0 contro il Torino, la partita totalmente falsata contro il Parma, il rigore inventato contro l'empoli con il quale l'Inter ci vince la gara, Inter-Roma

Stampa

Io apprendo, tu prendi

Scritto da Fabrizio on . Postato in AS Roma

Valutazione attuale:  / 6

Uno pensa: le ho viste tutte. Non è presunzione di saggezza (che non c’è, non ho difficoltà ad ammetterlo, anche con candore). Ma insomma: non ho più tredici anni, ho vissuto l’adolescenza a cavallo dei due millenni, non ricordo più da quant’è che seguo ogni fotogramma, frequento lo stadio dai tempi in cui non esisteva la copertura (e pensa, ci si bagnava meno). Eccetera eccetera. E invece no. Non le avevo viste tutte. Quello a cui ho assistito nelle ultime 24 ore travalica i confini dell’umana cognizione. Perlomeno della mia. Sarà pure una frase fatta, ma è proprio vero che c’è sempre da imparare.
Chi insegna stavolta è un signorotto con pancia da impiegato fantozziano e guance rubizze, come se si fosse appena scolato un litro di vino, alla Gasperino del Marchese del Grillo per intenderci. E fin qui nulla di male. Se non fosse che il tipo in questione dovrebbe fare l’allenatore ed essere meno alticcio quando sta sul campo. Soprattutto sul nostro, che a quanto pare gli provoca reazioni